American Horror Story Prima Parte Quarto episodio: un Halloween "popoloso"…

5

A parte il fatto che quest’episodio di American Horror Story mi è sembrato più breve del solito (forse perché il pathos non ha fatto avvertire lo scorrere del tempo), mai festa fu più consona ad un luogo orribile come la casa della Morte (tanto per darle un nome, vista la quantità di individui che vi sono stati assassinati!). E’ Halloween e come ben si sa, nella notte del 31 ottobre, s’infrange il confine vivi-morti (anche se in quella casa mi pare fosse stato infranto già da un bel po).

Tanto per cambiare, ad inizio episodio, conosciamo altre vittime della malvagità della casa. Si tratta di una simpatica coppia gay, formata da Charles e Patrick. Il primo è un amante della casa e polemizza sempre col compagno, e giustamente, direi, sulla sua infedeltà. Patrick, invece, è un aitante palestrato che, in effetti, non porta molta fede al principio della fedeltà (ci prova persino con Ben, anche se è comprensibile…). Scherzi a parte, i due, proprio alla vigilia di Halloween, vengono uccisi dal famoso “uomo nero“, con tanto di tutina. Ma chi si nasconde sotto quella maschera? Fra poco, qualche indizio…

Intanto, Vivien e Ben intendono fare tutto il possibile per vendere quella casa ed andarsene al più presto da quel luogo malefico. L’agente immobiliare suggerisce loro di puntare proprio sulla festa di Halloween, addobbando a dovere la casa, di modo da fare un buona intenzione e tentare, quantomeno, di far dimenticare l’orda di assassinii avvenuti tra quelle mura. Purtroppo, Halloween non andrà proprio come i due immaginano! Che novità! La coppia decide, così, di affidarsi al giudizio di un arredatore d’interni ed, indovinate un po, chi suona al campanello degli Harmon! Sì, proprio la coppia omosessuale, uccisa un anno prima. Charles, però, s’imbestialisce quando le mele, acquistate da Ben, non sono le stesse che dimoravano in un secchio l’anno prima; secchio nel quale l’uomo venne affogato dal misterioso essere che vaga nella casa! Ovviamente, Vivien non comprende il suo scaldarsi per un motivo così futile e gli intima d’andarsene, infervorandosi. Purtroppo, però, Vivien, dopo lo sfogo, avverte dei forti dolori all’utero e dei calci del bambino, abbastanza improbabili, visto che ha solo otto settimane. Ma avrete capito che quel bambino ha qualcosa di demoniaco, tant’è che, quando l’infermiera osserva il monitor, durante l’ecografia di controllo, in ospedale, assume un volto sconcertato, prima di cadere, come corpo morto, a terra! Cos’ha visto? E’ un demone? Cosa sta per dare alla luce Vivien? Il padre è l’uomo nero, non dimenticatelo!

Intanto, una tragedia colpisce la cinica Constance Langdon. Sua figlia Adelaide, affetta dalla sindrome di Down, viene investita e perde la vita, proprio nella notte di Halloween! La rivedremo sotto forma di spettro nel corso della storia? Non è improbabile… E pensare che voleva solo sentirsi bella, nella notte in cui tutti pensano a come imbruttirsi!

Durante l’assenza dei genitori, in ospedale, Violet resta sola nella casa degli orrori ed, ovviamente, non è al sicuro! Larry che non perde occasione per minacciare Ben, dopo aver ucciso Hayden ed aver evitato la fine certa del suo matrimonio, torna alla ribalta. Proprio quella notte, infatti, torna a bussare prepotentemente, rivendicando i 1000 euro che esige da Ben in cambio del silenzio sull’accaduto. Violet si spaventa, ma, forse, ci sono cose peggiore dalle quali si deve guardare! In effetti, al rientro a casa dei coniugi Harmon, Violet è sparita e Ben, aprendo la porta, si trova di fronte lo spettro di Hayden! Titoli di coda… La puntata deve ancora entrare nel vivo! Dov’è Violet? L’ha presa l’omino con la tuta? Ma è davvero Tate, visto che l’ha indossata per farle uno scherzo antecedentemente? I morti si riuniranno per terrorizzare ancor di più la famiglia Harmon? Credo che il peggio sia appena iniziato…