Cast Serie Tv 2011: qual è il telefilm con gli attori più sexy?

sam

Grande dilemma, amiche (in particolare) e amici miei, appassionati come me di serie tv. Quando se ne iniziano a seguire diverse (troppe) tutte insieme non ci si raccapezza più… e nei momenti di pausa, invece di sognare a occhi aperti il tuo beniamino, ossia il protagonista del tuo telefilm preferito, ti ritrovi a essere sommersa di volti, di corpi e di storie, perchè appunto hai tante di quelle trame in testa e tanti di quegli attori che non ti ci raccapezzi più! E ti chiedi come fanno a piacerti così in tanti… e perchè… cercando di fare una cernita mentale fra i vari cast che compongono i serial in questione. Un duro lavoro, gente, lasciatevelo dire!

Prendiamo, ad esempio, tre fra le serie tv fantasy e/o soprannaturali più seguite del momento (chiedo scusa fin d’ora a quei fan che si sentiranno esclusi, se per caso non andrò a menzionare nessuna di quelle che solitamente seguono loro): The Vampire Diaries, True Blood e Supernatural. Il sito wetpaint.com ci indica come vincitore sommario tre questi e altri tre titoli (Fringe, The Walking Dead e The Game Of Thrones) il drammatico e paranormale Supernatural, e questo grazie alla presenza dei fratelli Sam e Dean Winchester, interpretati rispettivamente da Jared Pedalecki e Jensen Ackles, di cui vi fornisco immediatamente delle immagini qui di seguito, in modo che possiate fare bene mente locale:

Ora, con tutto il rispetto, io non sono propriamente d’accordo… Questo non significa che se incontrassi per la strada i fratelli Winchester non li inviterei subito a salire in casa per un caffè (fossi matta!), però, per il mio gusto personale sono un po’ troppo “modelli made in USA”, per farmi capire. Una bellezza autentica e spavalda, che però non mi sa di sexy, non possiede quel fascino “cool” impregnato di torbido mistero o di grezza virilità. Mi seguite? Immagino che le lettrici di televisione 10 sappaiano a cosa mi riferisco… Poi, certo, il personaggio aiuta, anzi, diciamo pure che ci mette un buon 70%, tant’è che anche i “brutti” o gli sfigati possono diventare di colpo affascinanti, mettendoli a fare determinate cose, come Daniel Radcliffe nei panni di Harry Potter, tanto per citarne uno, a cui io non darei una lira, ma capace di far svenire (letteralmente) stuoli di fan giapponesi, al suo passaggio (è successo durante la promozione di Harry Potter E I Doni Della Morte-Parte 2) e non ditemi che lui è bello o sexy o intrigante e via dicendo, perchè rido fino a sputare fuori le tonsille! Eppure grazie al ruolo del mago ormai più famoso al mondo è divenuto un vero e proprio tormentone fra le teenagers…

Detto ciò, il mio voto massimo va alle due serie che trattano di vampiri e licantropi, True Blood e The Vampire Diaries. Nella prima abbiamo a che fare con un bel po’ di “carne al fuoco” a partire dal cattivissimo (ultimamente rabbonito) Eric Northman, lo sceriffo vampiro nelle cui vesti si è calato l’altissimo e biondissimo Alexander Skarsgård, un vero cumulo di sex-appeal (per quanto io preferisca di gran lunga i mori), capace di far capitolare (nel telefilm) la docile Sookie Stackhouse…

Non che lui sia meno “bellezza americana” tutta spalle squadrate e denti bianchi (tenendo presente che è svedese), però ha nel viso e nell’espressione quel certo non so che che lo rende tenero e temibile insieme, un’accoppiata magica che fa molto effetto su noi donne e che in pochi possiedono naturalmente. Di seguito metterei il licantropo Alcide Herveaux, interpretato dall’imponente Joe Manganiello, statunitense di origini italiane (come suggerisce il nome) il quale le dimostra tutte e senza sforzarsi troppo. Occhi scuri, sguardo da “lupo” (appunto), bellezza rude e istintiva… il classico uomo da cui vorresti essere salvata se per caso ti trovassi in difficoltà, specie di notte in mezzo ad alberi e cespugli o a strade deserte (come spesso capita a Sookie)…

E che dire del fratellino della nostra telepate-barra-fata? Jason Stackhouse non è decisamente il mio genere, ma sono certa che in molte farebbero carte false per averlo a portata di mano (imparentato o no va bene uguale!), così arruffato e scapestrato come lo vediamo in tv, sempre impegnato a fare la cosa giusta pur sbagliando il più delle volte. Nel ruolo si è calato un perfetto Ryan Kwanten, il quale si merita tutta la nostra approvazione, perchè di stagione in stagione lo vediamo crescere e “migliorare”, esattamente come il buon vino…

E che dire di Bill Compton, ora sua Maestà vampiro? Stephen Moyer, l’attore, non si può certo definire “bello”, dai lineamenti tutti quanti al posto giusto, eppure piace. E anche tanto. E non solo a Sookie (a lei, ormai, piacciono tutti!). Lo sguardo ha un qualcosa di torbido e malinconico, quasi di “antico”, come se dentro di lui ci fosse un essere millenario che si è impossessato del suo corpo. E ben gli si addice il ruolo imposto dalla serie, come assassino della notte che cede ai sentimenti perchè stanco, a tratti, di essere quello che è…

Concludo, infine, con Sam Merlotte, il capo mutaforma di Sookie a cui presta il volto Sam Trammell. Un personaggio ambivalente, capace di estrema tenerezza tanto quanto di ferrea violenza, specie se viene fatto del male alle persone a lui care. Non è certamente di spicco, in mezzo agli altri, ma è riuscito attraverso i vari episodi a ritagliarsi uno spazio tutto suo dov’è signore e padrone e lo stuolo di ammiratrici che si trascina dietro ne è la prova schiacciante:

Passiamo ora a The Vampire Diaries, dove, a mio avviso, è venuto alla luce uno dei vampiri più sexy mai visti. Altro che Edward Cullen (e Robert Pattinson) della saga di Twilight! Qua si parla di roba seria! Mi riferisco, ovviamente, a Damon Salvatore, ruolo donato per grazia di Dio a Ian Somerhalder. Un connubio perfetto. L’attore dona al personaggio tanto quanto il personaggio dona all’attore. E non è cosa che si vede tutti i giorni, diciamolo, anzi! Bello sotto tutti i punti di vista, di una bellezza non artefatta, che non stanca, che non lo riduce a un bel pezzo di “statua” da usare e poi spostare in un angolo. La classica faccia da schiaffi che sa di piacere e ci marcia sopra e ci gode e si mette a giocare, furbo come un gatto, fingendo si sfuggirti, padrone della situazione…esattamente come il suo scaltro, amabile, tortuoso, ironico, cinico e sensibile ruolo…

Dopo di che non si può non nominare l’altro fratello, anch’esso vampiro, Stefan Salvatore interpretato da Paul Wesley, che finalmente in questa terza stagione sta tirando fuori caratteristiche che lo rendono molto più interessante, dico bene? Via l’atteggiamento e l’aria da perenne bravo ragazzo che vuole redimere se stesso e il mondo e avanti il killer che è in lui, l’assetato predatore che non si accontenta più di sangue animale, ma pretende quello umano e in quantità illimitate…

E concediamo un occhio di riguardo pure a Tayler Lockwood, il ragazzo arrogante e irruento che nella prima stagione si valuta appena, mentre dalla seconda in poi assume sempre maggiore spazio e importanza, tramutandosi in un “lupacchiotto” niente male, che rischia di soffiare alcune fan da sotto il naso dei fratelli Salvatore, merito anche dell’attore che lo impersona, Michael Trevino, nelle cui vene in minima parte scorre sangue messicano…

Voi che ne pensate? Io voto True Blood nell’insieme, come cast più sexy e The Vampire Diaries nello specifico di Damon Salvatore, come personaggio più cool. Ma questo, come ho già detto, è solo il mio modesto parere…