Conduzione Sanremo 2012: il toscanaccio Carlo Conti?

DOC_2007_5892_462216_1

L’estate è imminente, eppure, nonostante i primi bollori ancora non si siano ancora avvertiti, i programmi più amati e seguiti della tv stanno per andare in vacanza e a noi tele dipendenti non resta che spettegolare un po sulle trasmissioni più importanti della prossima stagione televisiva. E qual’è uno dei format più chiacchierati ed attesi? Ovviamente, il Festival di Sanremo, la kermesse canora di più alto prestigio per il Belpaese e seguita in tutto il mondo.

La 61° edizione è stata innovativa e sorprendente sotto certi punti di vista, con la delicata conduzione di Gianni Morandi, la bellezza di Belen e la sua capacità nel ballare e nel cantare, il talento della Canalis nell’annunciare le canzoni, ed, immancabilmente, l’irriverenza dei due comici Luca e Paolo. Una squadra perfetta che non si dovrebbe cambiare? No, perché pare invece che si cambi.

Chi potrebbe ereditare il timone di una trasmissione ambita e temuta allo stesso tempo? Secondo quanto ha riportato Il Giornale, Lorenza Lei, in nome dell’Amministrazione Rai, avrebbe fatto il nome del toscanaccio Carlo Conti.

Non è un mistero che il simpaticissimo showman avesse più volte dichiarato che presentare il Festival fosse uno dei suoi obiettivi di maggior prestigio. Sarà felice, quindi, della fiducia accordatagli dal nuovo direttore generale Rai che sembra abbia un occhio di riguardo proprio per l’ex comico ed ora affermato conduttore.

Si apre il toto scommesse anche sulle papabili vallette che affiancheranno e supporteranno il temerario Conti. Sul web gira il nome della veejay Camila Raznovich, anche se, alla fine, ella ha solo manifestato il proprio auspicio di solcare il palco dell’Ariston con l’abbronzatissimo Conti. Sarà da vedere se anche Mamma Rai la riterrà all’altezza del ruolo…

Insomma, come ben sappiamo, per adesso l’indiscrezione Carlo Conti/conduttore resta tale. Chissà che, con l’avvicinarsi dell’inverno, la direzione Rai non decida di rimescolare le carte e di tirare fuori dal cilindro un altro inaspettato nome!