Correva L'Anno: per l'Unità d'Italia ospite d'onore Indro Montanelli

correva-l-anno

Questa sera non perdete l’appuntamento con la trasmissione Correva L’Anno, alle 23 su Rai Tre, con un ciclo dedicato ai 150 anni dell’Unità D’Italia.

In una puntata come questa, infatti, non poteva mancare come ospite un grande giornalista e studioso come Indro Montanelli, che con le sue cronache ha saputo raccontare tutto il Novecento.

Elogiato e criticato insieme Montanelli nel corso degli anni ha dovuto far fronte a varie accuse: di essere razzista (per via della relazione avuta con una minorenne africana ai tempi della campagna di Abissinia), di essere maschilista (per la sua difesa, nel 1958, nei confronti delle Case Chiuse), reazionario, fascista e chi più ne ha più ne metta.

Una vita lunga e travagliata, la sua, che comincia a essere rilevante (soprattutto per noi) nel ’38 quando fa il suo ingresso al Corriere Della Sera, dove rimane fino al 1973. In quell’anno Montanelli lascia il Corriere (che per i suoi gusti stava spostandosi troppo a sinistra) e un anno dopo fonda Il Giornale, dove si ritroverà come socio maggioritario Silvio Berlusconi, all’epoca costruttore edile. Questo sodalizio va avanti fino al ’94 quando Berlusconi decide di scendere in Politica. Montanelli, così, lascia la direzione de Il Giornale e fonda La Voce, che però non dura molto.

Alla fine il giornalista chiude la sua carriera tornando al Corriere Della Sera. I primi amori non si scordano mai!

Da non perdere, quindi, la puntata di stasera con Correva L’Anno che ci fa riscoprire un uomo e un personaggio mai dimenticato.