Distretto di Polizia 11 anticipazioni cast: su Canale 5 dal 9 ottobre 2011

1

E’ scattato già da qualche giorno il conto alla rovescia per il ritorno di una fra le fiction targate Mediaset più amate di sempre: Distretto Di Polizia, arrivata quest’anno alla sua undicesima stagione che vedremo debuttare domenica 9 ottobre 2011 in prima serata su Canale 5. Appuntamento che i fan e tutti gli appassionati del genere stanno aspettando con ansia, incrementata dal promo che sta andando in onda in questo periodo, il quale ci fa capire (anche se per pochi attimi) dei vari cambiamenti che sono stati effettuati…

httpv://www.youtube.com/watch?v=zRV9O4-tJJ8

Ebbene sì, al X Tuscolano sono successe un po’ di cosucce in questi mesi in cui noi siamo rimasti all’oscuro di tutto. Molti addii e altrettante new-entry che andranno a sostituire alcuni nostri beniamini, impegnandosi a prendere il loro posto nei nostri cuori. Nella maggior parte di questi personaggi a noi ancora sconosciuti incapperemo proprio domenica 9 ottobre, quando prenderemo atto del fatto che Giuseppe Ingargiola (Gianni Ferreri), Gabriele Mancini (Flavio Parenti), Marta Balestra (Maria Sole Mansutti) e Vittoria Guerra (Morozzi) non ci sono più. Hanno lasciato spazio alla “nuova guardia”. Fra tutti resterà solo Ugo Lombardi (Marco Mazzocca), a quanto pare peggio degli irriducibili Galli che Giulio Cesare tentata invano di scacciare nei fumetti di Asterix. Aspettiamoci, di conseguenza, due primi episodi di “presentazione”, nel senso che non si concentreranno esclusivamente sulla trama (che avrà comunque un buon punto di partenza per introdurci nella storia di questa nuova stagione), bensì lasceranno ampio spazio ai nuovi arrivati in modo tale da presentarceli a modo. Incontreremo, dunque, il nuovo Commissario e sua moglie (Andrea Renzi e Chiara Conti), l’Ispettore Pietro Esposito (Dino Abbrescia), Barbara Rostagno (Lucilla Gosti), l’agente scelto Giovanni Brenta (Gianluca Bazzoli) e tutto il resto del team (Paolo Calabresi, Lucia Ocone e Maria Amelia Monti). So che magari all’inizio sarà dura, perchè vedere tante facce diverse al posto di chi invece conoscevamo già bene è un po’ come avere in casa dei nuovi inquilini che vengono a stare al posto di quelli vecchi con cui ormai eravamo amici… Però, come sempre, ci si fa l’abitudine, nella speranza che la trama ci coinvolga e ci soddisfi come le precedenti, distraendoci così da tutte queste news.

A proposito di questo, è ormai da tempo che si chiacchiera sul web di un probabile colpo di scena in una delle puntate che andremo a vedere, ossia la decisione da parte del Commissario Luca Benvenuto (Simone Corrente) di lasciare il Distretto per trasferirsi a Torino nelle vesti di Vice Questore. Un colpo tremendo per i fan, lo so (e soprattutto per il pubblico femminile), ma la cosa più “tragica” è che stando ad alcune immagini recuperate in giro pare che a questa ipotetica promozione, il nostro bel Commissario potrebbe non arrivarci mai… Giudicate voi:

E’ chiaro come il sole che c’è un po’ troppo sangue in giro per far credere che (qualunque cosa sia capitata) Luca Benvenuto ce la possa fare, dico bene? Registi, sceneggiatori e produttori hanno quindi deciso di farlo morire? Di eliminare il capo della Squadra così, davanti ai nostri occhi e senza nemmeno chiedercelo prima? Le probabilità sono alte e si vocifera che a farlo fuori potrebbe essere il nemico Antonio Corallo (Tommaso Ragno), un malvivente che agisce libero, senza dipendenze da nessun tipo di organizzazione criminale.

A conti fatti, cari amici di televisione10, penso proprio che ne vedremo delle belle in Distretto Di Polizia 11. Situazioni una dietro l’altra che ci appassioneranno e nello stesso tempo ci faranno presto dimenticare la mancanza di tutti quei personaggi a cui ci eravamo affezionati senza riserve. Anche perchè al centro della “matassa”, dell’intreccio narrativo che si dovrà andare a “srotolare”, puntata dopo puntata, vi dico già che c’è una donna. Perciò aspettatevi amori, intrighi, passioni, vendette e chi più ne ha più ne metta, oltre alle solite fughe, alle solite sparatorie e ai soliti arresti! Detto questo vi auguro una buona visione, nella speranza che tali rivoluzioni non ci deludano…