History Hd Documentari Aprile 2012: Titanic, Mistero Risolto?

t-mnn_1

Ben altre tragedie, recenti, vicine e drammaticamente sconvolgenti hanno offuscato il ricordo di un’immane disgrazia, avvenuta ben 100 anni fa di cui furono ancora una volta protagoniste la fallibilità umana e la violenza dell’acqua. L’affondamento del Titanic è uno di quegli eventi che dalla realtà è stato trasportato al cinema ed in televisione, rendendolo ancor più partecipe alla nostra memoria, emblema dello sfarzo, della beffa del destino ed altresi dell’indifferenza dell’acqua.

Il film, il cui epilogo emozionò tutti e divenne un’immagine intangibile d’amore e morte, rappresentò la dinamica della tragedia, nei limiti della sua ricostruibilità, con la scarsa tecnologia dell’epoca. Oggi, pare che la nave non cadde a piombo sul fondo, portando con sé gli ignari protagonisti di una crociera da sogno, bensì pare che ruotò su di sé, quasi come un’elica. Come possiamo conoscere tali dettagli? L’esplorazione del Woods Hole Oceanographic Institution’s Advanced Imaging & Visualization Laboratory, in collaborazione col canale documentaristico History, ha gettato nuova luce, tramite i mezzi tecnologici più all’avanguardia, sull’inabissato relitto dell’epocale tragedia che ormai giace nelle profondità marine.

Gli Auv, mezzi robotici, con tanto di sonar, hanno rintracciato quest’enormi spoglie del mare, ferraglia vecchia ormai, ma care ai familiari delle vittime che giacciono là, nel silenzio del mare. Grazie a questi robots all’avanguardia, è stato possibile mappare, centimetro per centimetro, con esattezza millimetrica, il relitto, riuscendo a ricostruire un modello digitale che potesse fungere da esempio, per un indagine sulle cause reali dell’affondamento e su come questo avvenne.

Oltre a ciò, i Rov, piccoli veicoli, pilotati a distanza, hanno fatto il resto, andando a catturare le immagini di ogni singolo resto di quel relitto sommerso, ancora gigantesco. Ogni singolo centimetro è stato immortalato e poi inserito nell’immenso puzzle che ha consentito di far rivivere e navigare virtualmente il Titanic in alta definizione, facendogli compiere, ancora un volta, l’impatto fatale con l’iceberg, ma giungendo a nuove consapevolezze su ciò che accadde dopo, in quella gelata notte di cent’anni fa!

Un percorso subacqueo accurato ed emozionante che scaverà nella nostra memoria, portando alla mente quella tragedia che, purtroppo, si è ripetuta solo poco tempo fa. Una ricostruzione storica e tecnica per giungere all’esatta determinazione degli eventi di quella tragica notte. Verità che ci auguriamo possa far riposare in pace anche le vittime del recente naufragio della Costa Concordia.

Oggi, come ieri, c’è bisogno di precisione, professionalità e passione, per scoprire dove si nasconde la verità storica e chi meglio di History può garantirvi tali premesse? Non perdete Titanic: Mistero Risolto, il 15 aprile 2012, alle 21.00!