I Borgia Serie Tv Sky: due puntate il 10 luglio 2011!

3db1cbf1bd26b2aa2855861e482a08c7

Se metterete mano ai manuali di storia, vi renderete conto che i Borgia furono una famiglia dominante nell’Italia del XVI secolo e protagonisti delle lotte intestine più efferate nello stato pontificio. L’origine della famiglia è spagnola. La reputazione di questo clan familiare non è certo tra le più rosee ed, in particolare, Rodrigo Borgia, eletto al Soglio Pontificio nel 1942 col nome di Alessandro VI  portò corruzione nel Papato e più che seguire la parola del Signore inseguì i propri venali desideri di potere e si circondò di amanti. Spietato, cinico ed arrivista; ecco come tutti descrivono il Papa in questione che non esitò un istante a piazzare i propri figli in tutti i posti di comando più ambiti e ad organizzare matrimoni d’interesse vantaggiosi per Roma. Insomma, la raffigurazione di un Papato politico ed avido di potere, purtroppo, già vista tante altre volte nella storia. Ebbene, dopo i Tudors, con la loro vita disinibita e senza freni, l’America ha pensato di regalarci un’altra avventura tra i torbidi intrighi di palazzo e le cruente vicende che ruotano intorno alla controversa famiglia dei Borgia, nel 1500. Tom Fontana ha realizzato una produzione da 30 milioni di dollari e, quindi, non dovremo rimaner delusi dalla ricostruzione storica dei fatti.

La serie inizia proprio con l’elezione di Papa Alessandro VI, uno dei più crudeli della storia (John Doman) che fin da subito non smentisce la sua sete di potere e di desiderio carnale. Vengono introdotti poi i suoi figli che risultano essere, in tutto, sette, tutti non legittimi: Juan (Stanley Weber), un predatore sessuale senza vergogna, Cesare (Mark Ryder), spietato e violento e Lucrezia (Isolda Dychauk), con un’idea perversa della bellezza e della femminilità, che userà per fini politici e per manipolare personaggi influenti. Ella aveva persino rapporto scabroso col padre! La famiglia si è resa famosa anche  per lo scandalo dell’assassinio di Juan, morto in circostanze mai chiarite, anche se i sospetti ricaddero sin da subito sul fratello minore Cesare, appunto per l’invidia che egli provò sempre nei confronti del figlio preferito del Papa. La sua morte, in effetti, fece sì che gli occhi del padre lo privilegiassero, per la prima volta!

La serie, ne siamo certi, scatenerà un fiume di polemiche, soprattutto per l’ombra pesantissima che getta sul Papato di allora. Ma si tratta pur sempre di storia, no? Fatto sta che nulla sembra lasciato all’immaginazione in questa produzione mastodontica: ci saranno nudi integrali, scene esplicite ed episodi di inaudita violenza. Mandate i bambini a letto ed il 10 luglio, sintonizzatevi su Sky Cinema, per assistere ad un capitolo della storia imbarazzante e deprecabile!