I Migliori Anni anticipazioni ultima puntata venerdì 9 dicembre 2011

conti-a-i-migliori-anni-638x425

Questa sera, su Rai Uno, Carlo Conti si presta a concludere la quinta edizione de I Migliori Anni, offrendoci come sempre un venerdì sera in compagnia di grandi nomi e grandi canzoni. Uno show, questo, che all’inizio ha debuttato come una sorta di esperimento, prendendo poi col tempo sempre più piede grazie agli ascolti del pubblico a casa, il quale probabilmente si è sentito assai coinvolto dallo spirito “revival” del programma e dalla professionale simpatia di Carlo Conti, Principe indiscusso della prima rete della Rai.

Così, per chiudere in bellezza quest’ennesima stagione, il varietà in questione ha deciso di radunare al suo cospetto un gruppetto di ospiti niente male davvero che potremmo chiamare tranquillamente “i magnifici sette”: Maurizio Costanzo, che ne approfitterà per parlare del suo ultimo libro, Alessandra Amoroso, sempre più acclamata e ormai idolo del pubblico più giovane, Antonello Venditti, che ci regalerà il meglio del suo repertorio, Leonardo Pieraccione, regista, attore e amico di vecchia data di Carlo Conti, che si racconterà in uno spazio dedicato alle interviste, Massimo Ranieri, intramontabile come le sue canzoni, Michael Bublé, che essendo già stato ospite su Rai Uno in una delle puntata dello show di Fiorello ha pensato bene di replicare su una seconda trasmissione e infine, ma non per ultima, Gloria Gaynor, regina sempreverde della disco music che ci farà l’onore di tornare sul palco de I Migliori Anni, regalandoci Never Can Say Goodbye…

Piatto ricco mi ci ficco, gente, specie se siete fan assidui e non vi siete mai persi una sola puntata, non facendo male a puntare su questo “cavallo”, visto e considerato che è riuscito alla grande a proseguire nella sua corsa nonostante la concorrenza degli altri canali sui quali sono andati e vanno in onda la fiction Sangue Caldo, Quarto Grado e Colorado. Un applauso, dunque, a Carlo Conti, sebbene il programma in sé (a lungo andare) rischi di diventare monotono se non addirittura ripetitivo. E’ giusto contare sui programmi che in media funzionano, ma come dico sempre, da spettatrice, non farebbe male a nessuno (anzi) una ventata d’aria fresca…!