La Figlia Del Capitano Fiction Rai Uno: Reggiani e la Hessler sfidano il GF 12

1

Pare non ci sia pace per il “povero” Grande Fratello che mai come quest’anno pare essere tallonato, ostacolato e spesso e volentieri superato (in fatto di share) dai programmi sfoderati dalla rivale Rai. Questa sera, infatti, mentre su Canale 5 andrà in onda il padre di tutti i reality, il primo canale della tv di Stato ci propone La Figlia Del Capitano, una nuova fiction in due puntate  (oggi e domani) tratta dall’omonimo romanzo dello scrittore russo Aleksàndr Sergéevic Puškin, pubblicato nel 1836.

Prodotta da Raifiction e Immagine E Cinema, per la regia di Giacomo Campiotti, il quale ha anche mezzo lo zampino nella sceneggiatura scritta da Elena Bucaccio e Alessandro Sermoneta, La Figlia Del Capitano mette in luce l’amore (come sempre contrastato) di due giovani russi: Pjotr, un aitante soldato e Mascia, la figlia (appunto) del capitano. A interpretare gli innamorati di turno sono stati scelti Primo Reggiani, il bel tenebroso attore italiano che dopo Melissa P, Scrivilo Sui Muri, Baciami Ancora, L’Imbroglio Nel Lenzuolo e tanti altri film e numerosissime serie tv è ormai un volto noto per la cinematografia del nostro Paese e Vanessa Hessler, che sembra essere stata creata apposta per questi ruoli e che (già immaginiamo) dopo fiction come Cenerentola, Santa Barbara e La Ragazza Americana ci regalerà ora un’altra interpretazione tipica della bella ragazza acqua e sapone che abita alla porta accanto.

La storia è ambientata in Russia, come vi dicevo, in un Settecento che ne sta vedendo di tutti i colori, dove troviamo il giovane Pjotr, rampante, viziato e abituato a vivere negli agi che il padre è stato in grado di offrirgli, il quale non nasconde il suo animo ribelle, la sua baldanza, la sua voglia di “essere”, già credendosi grande… Il Conte Grinev, visto l’andazzo del figlio, decide dunque di mandarlo al fronte a confrontarsi con la vita vera, quella dura, quella reale dove c’è chi lotta per sopravvivere e chi muore di fame. Così, senza troppo discutere, il protagonista finisce a Belorgoskaja, in pratica un forte isolato nella steppa che più steppa non si può. Un cambiamento che di sicuro contribuirà a forgiare il suo carattere.

Anche perchè è proprio nel bel mezzo del nulla, circondato da pericolose tribù, che il nostro bel soldatino conosce Mascia, la figlia del capitano che comanda il forte, innamorandosi di lei a prima vista, contraccambiato. Ovviamente, però, far sbocciare un sentimento simile non sarà facile, al di là della situazione di conflitto in cui si trova il Paese. La ragazza ha un altro corteggiatore, il tenente Svabrin (Ludovico Fremont), che dando sfogo al suo temperamento duro e violento non vede l’ora di rimettere al suo posto Pjotr, tenendosi Mascia tutta per sé. Un triangolo amoroso che si annuncia assai intrigante e a cui fa sfondo una Russia attanagliata da tutti coloro che vogliono ribellarsi all’austera Zarina  Caterina II (Edwige Fenech).

Nel cast, oltre agli attori già nominati, troviamo anche Stoyan Alexiev e Andrei Slabakov per una storia che ha seriamente del bello (per chi ha letto il libro e si è affezionato alla trama, come la sottoscritta), sperando che questa trasposizione televisiva ne rispetti il contenuto, esaltandolo il più possibile. Noi confidiamo in bene, poi, certo, finchè non si vede non si può sapere…