La5 Programmi: Cambio Casa Cambio Vita sulle orme di Real Time

Andrea-Castrignano-vendo-casa-disperatamente

Era ora, finalmente! La5 ha deciso di “crescere” e guadagnarsi un po’ di autonomia (come ogni giovane che si rispetti) e fra i tanti programmi in onda, legatissimi ai marchi che contano di Canale 5, ne spunta fuori uno nuovo che vanta la produzione esclusiva al 100%. Trattasi di Cambio Casa Cambio Vita, che al solo pronunciarlo fa subito venire in mente le molte trasmissioni di Real Time, non vi pare? Tipo Cambio Vita Mi Trasformo e roba simile… Si può quindi dedurre che La5 sia in cerca di indipendenza, ma che non abbia ancora trovato un proprio stile definito, al di là dell’essere nominata la “rete in rosa” di Mediaset per il fatto di essere dedicata principalmente a un pubblico femminile.

Ma non c’è bisogno di giudicare senza prima aver dato almeno un’occhiata. Di sicuro i dubbi si concentrano venendo a sapere che la conduzione sarà affidata ad Andrea Castrignano, ossia l’interior design che affiancava Paola Marella nel programma Vendo Casa Disperatamente su Real Time (appunto). Quindi non solo si “scippano” le idee, ma anche i conduttori! Scherzi a parte su Cambio Casa Cambio Vita si sa solo che andrà in onda nella prossima stagione autunnale in prima serata e che avrà a che fare con miseri, squallidi e anonimi appartamenti (più o meno grandi) riuscendo a trasformarli in case da copertina, per non dire di più. E questo, permettetemi (lo so che sono pignola!) non può che far venire in mente un altro piccolo paragone: quello con Extreme Makeover Home Edition. Eh, scusate, ma viene proprio naturale!

Sia come sia la “ristrutturazione” delle case scelte, messa a disposizione in Cambio Casa Cambio Vita non dovrebbe essere altrettanto “devastante”. Ty Pennington e la sua impresa edile sono una cosa, mentre Andrea Castrignano e la sua troupe ci sembrano decisamente più “calmi” ed “equilibrati”, sebbene sulla sua pagina di Facebook Andrea abbia risposto a chi domandava qualcosa in merito che le ristrutturazioni a cui assisteremo saranno un po’ più invasive rispetto a quelle di cui si occupava nel programma precedente.

Che ne pensate? Io sono abbastanza curiosa, anche se mi aspetto qualcosa in più per il futuro. E’ vero che ci vuole il suo tempo per rodare, farsi conoscere, farsi capire e farsi amare, ma dopo più di un anno dalla sua partenza è ora che La5 inizi a camminare in tutto e per tutto da sola, scovando (se possibile) format originali allo scopo di tenerci incollati allo schermo e non di farci sbadigliare (se così sarà) per un qualcosa di già visto… Confidiamo in bene, sperando di non rimanere delusi!