Matrimoni Al Buio: nuovo reality show in tv

matrimoni-al-buio-real-time-620x300

Lì dove non batte il cuore, può arrivare la scienza: sembra essere questo lo slogan di “Matrimoni al buio”, il nuovo reality show in onda, in seconda serata, su Real Time da venerdì 13 giugno 2014. Chi crede al sacro vincolo del matrimonio, potrebbe essere non poco scettico nei confronti di “Matrimoni al buio”, dal momento che il format ruota tutto intorno a varie coppie, promesse spose non tanto perchè innamorate ma perchè “coordinate” da gruppi di esperti.

In sostanza, i partecipanti al nuovo reality show di Real Time accettano di sposarsi tra loro su consiglio di un team di esperti. Si, avete capito bene: gli sposi si guarderanno per la prima volta in faccia solo una volta saliti sull’altare, per poi cominciare ad interagire una volta dopo il matrimonio. Un azzardo? Una trovata “di business” fine a se stessa e destinata ad un pubblico “vuoto” e meccanico? È ancora presto per dirlo, eppure un format di questo tipo (a tratti quasi azzardato) non s’era veramente mai sentito prima, che sia questo il suo “punto di forza”?

Come al solito, sarà l’audience a fare di “Matrimoni al buio” un successo oppure l’ennesimo flop, ma occorre dire che il reality show di Real Time farà sicuramente intrattenere: le telecamere nascoste riprenderanno ogni vicenda incentrata sui novelli sposi “sconosciuti”, rendendo partecipi gli spettatori sui primi, possibili baci, su eventuali litigi o disaccordi, perfino su un eventuale divorzio (possibile dopo 6 settimane dall’inizio del reality). Nelle migliori delle ipotesi, invece, i novelli sposi potranno decidere di restare sposati, sperando che tutto quanto accada nel modo più naturale e spontaneo possibile.

Nell’era dei programmi TV spesso ritenuti “eccessivi” e poco verosimili, “Matrimoni al buio” offre un’occasione tutta nuova, sia agli spettatori che anche e soprattutto ai partecipanti, ovvero 6 single che, sfiduciati all’idea di trovare il vero amore, si affidano ad un team di psicologi ed antropologi per incontrare l’anima gemella. Originale anche il fatto che la coppia s’incontrerà per la prima volta direttamente davanti all’altare, un modo molto intelligente per aumentare la curiosità del pubblico. Da lì, il “viaggio” degli sposi sarà lungo: dalla scelta della nuova casa al primo viaggio insieme, il tutto “documentato” da apposite telecamere nascoste. Non ci resta che aspettare di vedere come il pubblico “prenderà” l’inizio di questo nuovo reality show, i presupposti sono buoni, ve lo immaginate infatti un matrimonio con un’anima che diventa gemella solo qualche mese dopo? Io no, dunque non ci resta che goderci “lo spettacolo”.

matrimoni-al-buio-real-time-620x300