Poker generation: la recensione del film

Poker_Generation

Il gioco del poker ha sempre avuto un particolare rapporto con il mondo del cinema: sono svariati infatti i film che hanno come protagonista principale il più famoso gioco a cinque carte, ma sono tanti anche quei film il cui il poker funge solo da “contesto” attorno al quale ruota la storia principale.

I film dedicati ai giochi di casino e in particolare al poker che hanno lasciato un segno nella storia del cinema sono molti e anche i registi italiani si sono spesso cimentati con questo affascinante mondo del gambling. Solo per citarne alcuni possiamo ricordare Regalo di natale del 1986 (di Pupi Avati con protagonista Diego Abatantuono), Rivincita di Natale del 2003 (ovvero il seguito di Regalo di Natale), come dimenticare poi Asso uno delle pellicole di maggiore successo con protagonista Adriano Celentano.

Tra i film italiani più recenti dedicati al poker troviamo Poker generation, un film del 2012 diretto da Gianluca Minigotto. Poker Generation racconta la vita di due fratelli legati, nonostante le loro differenze, da un rapporto indissolubile. Il fratello maggiore, Tony, è un appassionato di film sulla mafia americana e vuole a tutti i costi diventare un professionista del poker; Filo, il fratello minore è invece un genio scontroso e riservato, quasi autistico, che osserva e analizza la sua vita in modo ripetitivo e meccanico. Cresciuti in un piccolo paese della Sicilia i due fratelli si ritroveranno a dover cercare i soldi indispensabili per pagare le cure della sorella più piccola, Maria; ed è così che arriveranno a Milano e poi a Malta per poter sfidare i più grandi campioni di poker. La loro forza sta nella loro diversità: da un lato Filo, una specie di “rain men” siciliano abilissimo con i numeri, dall’altro Tony impulsivo e pieno di fascino.

Alla base del film c’è l’idea che la vita sia come una partita di Poker Texas Hold’em, in cui bisogna avanzare con abilità e strategia per trovare la felicità e finalmente la vittoria. Il film presenta momenti di calma alternati a momenti adrenalinici tipici di un montaggio e di una regia pubblicitaria; è infatti questo il background da cui proviene il giovane regista specializzato in video musicali e passato con questo filma alla regia cinematografica.

Poker_Generation