Rai Fiction Evita: nel cast italiano spunta Andy Garcia!

andy-garcia-20060316-115872

Rai Fiction si è ritrovata a prendere una decisione importante in questi ultimi giorni, mettendoci poi di fronte al fatto compiuto (come sempre accade, del resto). Un “fatto” che personalmente trovo molto appagante e che sono sicura renderà felice il pubblico femminile. E’ infatti ufficiale che l’attore Andy Garcia farà parte del cast nella fiction di prossima realizzazione dal titolo: Evita. La news non solo è ben accetta per “ovvi” motivi, ma abituati come siamo a veder recitare quasi sempre protagonisti italiani questa importante new entry è come se portasse una ventata di aria fresca, assicurandoci in anteprima un risultato che di certo non ci deluderà.

Il ruolo interpretato dall’attore hollywoodiano sarà quello di Juan Domingo Peron, al fianco di Gabriella Pession (che ormai sembra averci messo la firma per le fiction targate Rai) e chi meglio di lui potrebbe interpretare tale personaggio? L’attore di origine cubana e naturalizzato statunitense si è detto molto felice di partecipare al progetto realizzato da Albatross e Rai Fiction che verrà proposto in due puntate. Le riprese inizieranno il prossimo autunno e verranno eseguite in ambientazioni uniche offerte dai vertici argentini a cominciare dalla nota Casa Rosada, giusto per non farci mancare niente. E la Rai, ovviamente, si sta già sfregando le mani pregustando un auditel notevole (immagino) e in più la prospettiva che avendo Garcia nel cast ci potrebbe essere il “richiamo” per le tv straniere, che potrebbero interessarsi al prodotto e acquistarlo per mandarlo in onda nei loro Paesi. Insomma, un bel colpaccio!

Intanto, lo sceneggiatore Andrea Purgatori in un recente intervista spiega che la scelta di raccontare del personaggio di Evita è stata dettata dalla voglia di esprimere ammirazione la storia (vera) intramontabile di una donna, del suo coraggio e del suo amore per il popolo: prima attrice con tutti i pregiudizi del caso, poi moglie del dittatore Juan Peron, racconta Purgatori, non sarà un santino, non nasconderemo la repressione nel paese, ma faremo un ritratto di una persona che fu elemento di destabilizzazione a livello internazionale e un culto per i suoi argentini.

E a noi non resta che attendere tale spettacolo gradito per un 2012 che sembra voler cominciare con il botto, al di là della reale o presunta fine del mondo!