Spagna Francia Risultato e Considerazioni: la Marsigliese s'interrompe…

Spagna-Francia-2012

Abbiamo svariati conti in sospeso con la Francia, ma ci siamo anche presi le nostre rivincite e basti citare, per esemplificare ciò, la memorabile vittoria italiana sui cugini transalpini, sofferta sino all’ultimo, che ci ha incoronati Campioni del mondo nel memorabile 2006. Gli spagnoli, Campioni europei nonché mondiali in carica, non arrestano la loro vittoriosa corsa neanche in questa competizione, sebbene quest’ultimo match abbia mostrato furie rosse decisamente più insonnolite. Tuttavia, il paragone con l’inesistente Francia era pressoché impossibile.

Un noioso match con un finale già scritto sin dall’inizio, sin da quel diciottesimo nel quale Xabi Alonso centra la porta avversaria con un colpo di testa. “Barbarossa” è decisamente l’uomo del match. L’arbitro ha il coraggio d’assegnare un rigore alla Spagna già vincente, durante gli ultimi minuti di recupero del secondo tempo, spegnendo per sempre il sogno francese. A batterlo è proprio Xabi che sorprende il portiere transalpino e frena la corsa al pareggio francese.

La Francia non ha mostrato carattere. Si è lasciata sovrastare dalle furie senza colpo ferire, trasformando la partita in una noiosa manovra difensiva che non poteva funzionare a lungo. Qual era l’intento del Coach? Mantenere in pareggio il match? Resistere il più possibile? E gli attaccanti dov’erano? Dormivano? Una Francia dormiente si è fatta battere da una Spagna mediocre. Le gradi abbattute dal caldo afoso?

La Marsigliese sfuma lentamente, a fine nastro. Parigi spegne il maxischermo e la folla si dirada, delusa, ma non troppo, per una semifinale sognata ma non raggiunta, con la consapevolezza, però, di non aver fatto abbastanza per far sì che quel sogno divenisse realtà. Il Ct Blanc ha le ore contate?