Violetta Fiction Rai 1 anticipazioni: la Puccini nei panni di una cortigiana

1

Andrà in onda questa sera, domenica 16 ottobre, la prima parte della fiction intitolata Violetta, che si concluderà domani, lunedì 17 ottobre, sempre in prima serata su Rai Uno. Protagonista assoluta è Vittoria Puccini che si cimenterà nel ruolo della cortigiana Violetta Valery, in una storia d’amore passionale e a dir poco struggente ispirata a un grande classico come La Signora Delle Camelie, scritto da Alexandre Dumas figlio da cui Giuseppe Verdi trasse la giusta ispirazione per comporre La Traviata. Della serie che ci sono tutti i presupposti per non perdersi assolutamente questo nuovo appuntamento targato Rai, dico bene?

Violetta, diretta da Antonio Frazzi e co-prodotta da Rai Fiction, Magnolia Fiction e Beta Film, vede nel cast, accanto alla Puccini, l’attore argentino (ormai italiano adottato) Rodrigo Guirao Diaz nel ruolo di Alfredo Germont, Andrea Giordana in quello del Duca di Sagrado e Tobias Moretti nelle vesti di Antonio Caleffi.

Siamo a Milano, nel 1848, e Alfredo Germont è un giovane e avvenente studente di legge, infervorato dai propri ideali civili e impegnato anima e corpo nella lotta contro gli austriaci. A tutto pensa tranne che all’amore, eppure il destino ha in serbo per lui una grande passione. Egli, infatti, si innamora perdutamente di Violetta Valery, incontrata per caso, una bellissima cortigiana che vive la vita con impeto, in una libertà spregiudicata che poche donne dell’epoca osavano manifestare. Peccato che la poverina sia destinata a una morte certa e precoce, essendo malata di tubercolosi. I due vengono travolti inaspettatamente da un sentimento senza via di scampo che li lega a doppia mandata, ostacolato dai soliti pregiudizi sociali, dalla guerra che incombe come una fitta schiera di nubi nere e dal passato di Violetta, che nasconde dentro di sè segreti inconfessabili. Tempo dopo, la Lombardia si ritrova sotto il dominio austriaco e un messo imperiale, giunto a Milano sotto il falso nome di Andrea Caleffi, si trova a indagare proprio su Violetta, accusata di essere legata ai numerosi dissidenti. Per avvicinarsi a lei e carpire più informazioni possibili sul suo passato e sulla sua vita attuale, Andrea finge di essere l’avvocato della sorella della donna, avendo così la possibilità di indagare e fare domande alle persone che hanno frequentato la Valery in questi ultimi anni. Fra queste c’è Prudenzia, amica di Violetta e proprietaria del negozio dove quest’ultima ha incontrato Alfredo, il quale sembra molto legato all’esistenza dell’indagata. Inevitabilmente la loro storia d’amore viene allo scoperto, grazie ai commenti e alle risposte di coloro che li conoscono. Nel frattempo Alfredo, in perenne fuga dalla polizia, dopo un’assemblea segreta dei patrioti riceve l’invito da parte di Violetta di accompagnarla a una festa. Il giovane ovviamente risponde di sì e una volta arrivato alla villa di lei, i due hanno un momento romantico tutto per loro, devastato però da un attacco di tosse di lei, sempre più ammalata e debole. L’amore sembra essere più forte dell’ombra della morte e dell’oppressione della guerra, ma un amico di Alfredo lo mette in guardia, incrinando così l’unica cosa bella che entrambi i protagonisti hanno: bisogna che apra gli occhi, perchè Violetta altri non è che una prostituta e non ha smesso di concedersi ad altri per denaro, solo perchè innamorata di Alfredo. La triste verità è che non potrà mai legarsi per davvero a un povero studentello di legge… non potrà mai essere realmente sua…

Preparate una scorta di fazzolettini, gente, perchè si prevedono copiose lacrime, vi avverto… E in definitiva speriamo che la fiction non ci deluda, come spesso purtroppo avviene quando si prova a rifare un qualcosa di già fatto, già visto e già scritto (tra l’altro in maniera superba che non può nemmeno lontanamente essere avvicinata). Appuntamento a stasera su Rai 1, sempre che non abbiate di meglio da fare, certo…